Consigli per viaggiare in aereo con i bambini

martedì 27 ottobre 2015

Per viaggiare in aereo con i bambini la regola n.1 è organizzarsi!

Molti neogenitori all'arrivo del bebè smettono di viaggiare, soprattutto in aereo, perché spaventati da tutte le cose che potrebbero andare storte con un bimbo piccolo a bordo, noi no! Noi non abbiamo mai smesso di viaggiare, la prima vacanza con mia figlia l'abbiamo fatta che lei aveva solo 3 mesi, siamo partiti per il mare della Liguria in auto, ma non ci siamo di certo fermati lì, siamo poi andati in Francia dai parenti di mio marito e ci siamo fatti 5 ore di macchina, insomma in aereo facevamo prima... ma nel paesino sperduto dove abitano i suoi parenti purtroppo non c'è l'aeroporto!

Consigli per viaggiare in aereo con i bambini
Mia figlia all'aeroporto questa estate - Copyright damammaamamma.net tutti i diritti riservati

Il primo volo, la mia bimba l'ha fatto quando aveva circa un anno, siamo partiti per andare ad un matrimonio, quindi in 3 giorni ha subito fatto due voli! Poi pochi mesi dopo altro volo per raggiungere Maiorca e quest'anno di nuovo in volo per le splendide spiagge di Minorca!

Io e mio marito amiamo viaggiare, quindi all'arrivo di nostra figlia, non abbiamo mai pensato di smettere, abbiamo semplicemente cercato di scegliere mete più adatte a lei.
Ci siamo informati meglio sugli hotel prenotati, abbiamo cercato strutture più comode, che avessero tutto l'occorrente per ospitare un neonato, e prenotando su internet, non sempre ci siamo riusciti, mi ricordo l'hotel di Alassio per la nostra prima vacanza a tre, era comodissimo perché proprio sul mare, ma scomodo perché non aveva l'ascensore e ogni volta col passeggino era un po' faticoso fare su e giù per le scale! Ma quella era la nostra prima vacanza e sbagliando si impara!

Per molti genitori il vero problema è il volo aereo, si teme che il bimbo non regga tante ore di volo e che pianga e disturbi tutti i passeggeri... per fortuna con mia figlia mi è sempre andata abbastanza bene, da piccolina, mi bastava attaccarla al seno e 3, 2, 1 si addormentava, ora che è più grande, basta organizzarsi!

Per prima cosa, quando acquistate un volo, controllate gli orari di partenza e di arrivo, tenete conto delle 2-3 ore da passare in aeroporto, poi scegliete quello più adatto alle esigenze dei vostri bimbi. Se il volo dura molte ore, meglio scegliere un volo notturno, così da potersi riposare a bordo ed affrontare meglio il jet lag.

Ricordatevi di controllare se si può fare il check in on line, così da risparmiarvi le lunghe code in aeroporto e guadagnare un po' di tempo.
Con i bimbi è sempre meglio fare voli diretti, se dovete per forza fare scalo, assicuratevi di avere abbastanza tempo per raggiungere il prossimo aereo, con uno o più bimbi non è semplice correre in aeroporto!
Ricordatevi di fare l'assicurazione viaggio, in modo da essere rimborsati per ogni evenienza, con i bimbi piccoli non si sa mai, se si dovessero ammalare proprio il giorno della partenza, almeno con l'assicurazione vi rimborsano!
Importante, per mantenere il prezzo del volo il più basso possibile, è organizzare il viaggio il prima possibile, almeno 5, 4 mesi prima, in modo da trovare delle buone offerte.

Ultimamente, per fortuna, le compagnie aeree stanno diventando molto più baby friendly. Io questa estate ho volato con Meridiana, che sta portando avanti una campagna family friendly nata questa primavera con l'iniziativa "Vi conviene portarli in vacanza", grazie alla quale, questa estate, migliaia di bambini, accompagnati dai genitori, hanno volato pagando solo le tasse aeroportuali. Una sorpresa ha atteso i più fortunati in arrivo ad Olbia con il volo Meridiana partito da Milano Linate, hanno trovato un pacco regalo personalizzato, che ha reso l'esperienza del volo su Meridiana ancora più memorabile.
Qui trovate tutte le info sulle iniziative Meridiana e potrete anche trovare la guida "Bambini tra le nuvole" e la nuova "Safety demo" realizzata insieme ai bambini. Intanto qui potete vedere il video dell'esperienza "Questo si chiama sorprendere":




Insomma, non rinunciate a partire, organizzatevi e volate lontano per vivere nuove emozioni con la vostra famiglia, perché il viaggio è un'esperienza unica ed istruttiva per tutta la famiglia! Io non vedo l'ora delle vacanze di Natale, voi?




Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...