lunedì 2 ottobre 2017

, , , ,

Novità vaccini obbligatori

Quali sono le novità vaccini obbligatori nel 2017?

Vaccini: sì o no? Ormai non si può più scegliere, i vaccini sono diventati nuovamente obbligatori per iscrivere i bambini al nido e alla scuola dell'infanzia.
Il mio rapporto con i vaccini è sempre stato controverso, ne avevo parlato anni fa in questo post: Tema scottante i vaccini, dove parlavo della nostra brutta esperienza e della nostra scelta di sospendere le vaccinazioni. Da quel giorno, molte cose sono cambiate, mia figlia è cresciuta ed io ho continuato ad informarmi, e alla fine abbiamo ripreso a vaccinare anche se molto in ritardo con i tempi standard soliti.
Sono quindi ancora dell'idea che ogni genitore abbia il diritto di scegliere quando e come vaccinare il proprio figlio, io alla fine ho vaccinato anche per il morbillo, che era il vaccino che mi preoccupava di più, ma ho scelto di farlo tardi, quando mia figlia aveva già 4 anni, così mi sentivo più sicura ... ma ora le cose sono cambiate.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità OMS la soglia di sicurezza minima di uno Stato, per raggiungere la cosiddetta immunità di gregge, si aggira intorno al 95%. Sotto questa soglia gli agenti patogeni, responsabili dell'insorgenza di specifiche malattie, continuano a diffondersi nella società. Dall'attività dell'Istituto Superiore di Sanità è emerso che in Italia questo limite non viene raggiunto per nessuno dei vaccini monitorati. 


Novità vaccini obbligatori 2017


Per questo, si sono presi provvedimenti, ed ora per legge sono diventati obbligatori 10 vaccini per l'iscrizione scolastica, per i bambini 0-6 anni, pena l'impossibilità di iscrizione all'asilo e alla scuola materna e multe salate per i genitori che non provvederanno a vaccinare. Per chi non è riuscito a vaccinare entro questo settembre, è stata introdotta l'autocertificazione, che permette di iscrivere il bambino non ancora vaccinato, ma con un termine preciso per mettersi in regola. (Tutte le info al numero verde 1500).

Novità vaccini obbligatori - Copertura vaccinale 0-16 anni


Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legge che reintroduce l'obbligatorietà delle vaccinazioni a scuola, in modo da aumentare la copertura vaccinale, con controlli durante il percorso scolastico per verificare che la copertura sia avvenuta. Questo permetterà di alzare rapidamente il livello di copertura vaccinale in tutta Italia.
Chi frequenta l'asilo nido e la scuola materna non sarà ammesso se non è in regola con le vaccinazioni.
I bambini che frequentano le scuole elementari ed i ragazzi che frequentano le scuole medie ed i primi due anni delle superiori vengono comunque iscritti. I genitori però rischiano una sanzione a meno che non facciano al figlio le vaccinazioni mancanti entro il termine indicato dalla Asl, che controllerà e segnalerà le mancanze. Chi violerà l'obbligo potrà dover pagare multe molto salate.


Novità vaccini obbligatori - Ma quali sono i 10 vaccini obbligatori e i 4 consigliati?

Ci sono i 4 già precedentemente obbligatori a cui si aggiungono quelle che fino ad oggi erano raccomandate, previste nel nuovo Piano nazionale vaccini 2017-19: antidifterica, antitetanica, antipoliomelitica e antiepatite virale B. A queste vaccinazioni, si aggiungono: l'anti-pertosse, l'anti-morbillo, l'anti-rosolia, l'anti-parotite, l'anti-varicella e l'Aemophilus influenzae.
Le 4 vaccinazioni consigliate sono: l'anti- meningococco B, l'anti-meningococco C, il rotavirus e lo pneumococco. Alcuni vaccini verranno somministrati in gruppo nella stessa seduta.
La prima puntura è l'esavalente (che contiene 6 vaccinazioni: anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse e anti Haemophilus influenzae tipo B), che viene fatta dal 60/mo giorno di vita in 3 dosi: a 3, 5 e 11-12 mesi di vita. La seconda è la vaccinazione anti-meningococcica B e viene fatta a distanza di 15 giorni dall'esavalente, in 4 dosi. Il terzo vaccino quadrivalente è l'Anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite e anti-varicella, somministrate in un'unica dose al 13/mo mese di vita, con un richiamo previsto tra i 5- 6 anni. Infine, la quarta puntura è l'anti meningococcica C, che viene somministrata al 14/mo mese (con un richiamo tra gli 11 e i 18 anni).

Con questo nuovo piano vaccinale ora in tutte le Regioni si seguiranno le stesse direttive per le vaccinazioni gratuite (mentre prima ogni Regione seguiva un calendario a se), informatevi comunque per le tempistiche dal vostro pediatra.

Novità vaccini obbligatori - Cosa succede se un bambino non può vaccinarsi o è immune?

Se il bambino ha delle patologie per le quali non può essere vaccinato, o ha già avuto una malattia tipo il morbillo e quindi non può o non deve eseguire il vaccino, deve consegnare alla scuola un certificato medico che l'attesti. Il bambino che non può vaccinarsi sarà inserito in una classe in cui non sono presenti altri minori non vaccinati, per evitare contagi.

Cosa fare per limitare le reazioni avverse ai vaccini?

Come già detto, alla fine, noi abbiamo scelto di continuare a vaccinare nostra figlia, perché i benefici reali superano gli eventuali rischi possibili e che comunque sono rari.
Però, come tutti i farmaci anche i vaccini possono causare effetti indesiderati spesso di lieve entità e transitori, come febbre, mal di testa, diminuzione dell'appetito, vomito, diarrea, stipsi e reazioni infiammatoria nel punto di inoculazione.
Le reazioni locali lievi insorgono a distanza di 12-48 ore dalla somministrazione del vaccino e di solito passano nel giro di 1-2 giorni.
Altre reazioni avverse possibili sono: la comparsa di un esantema (macchie cutanee) ed ingrossamento dei linfonodi a seguito di specifiche vaccinazioni (per esempio dopo la vaccinazione per il morbillo-parotite-rosolia).

Novità vaccini obbligatori SUSTENUM VAX


Per limitare queste reazioni, oggi è possibile prendere l'integratore alimentare SUSTENUM VAX
SUSTENUM VAX è formulato secondo l'esperienza Golden Wave e i più recenti studi scientifici, è un integratore alimentare in formato liquido, dal gusto fruttato, pensato appositamente per sostenere il sistema immunitario dei bambini e aiutarli a sopportare meglio le eventuali reazioni avverse post vaccino (alterazione della temperatura corporea, astenia, irrequietezza, dolore e infiammazione in situ e piccoli disturbi intestinali). Questo integratore è una sapiente miscela di estratti di funghi, piante e pappa reale, perfetta anche per sostenere il sistema immunitario anche in altre fonti di stress come i cambi di stagione o l'immissione a scuola.

Per le reazioni avverse gravi, purtroppo non ci sono ancora dati certi circa il collegamento con i vaccini e nemmeno metodi per prevenirle, quindi visto l'obbligatorietà odierna, non ci resta che sperare che vada tutto bene...

Cosa ne pensate voi?



Post in collaborazione con Golden Wave



Share:

6 commenti:

centrifugato di mamma ha detto...

assolutamente pro vaccini! utili per i nostri figli e per tutta la comunità! in repubblica dominicana non ci si pone nemmeno il problema se farli o non farli, si fanno e basta! interessante questo integratore.. peccato che qui non ci sia

MyFloreschic ha detto...

Io ho vaccinato i miei figli e sono decisamente pro vaccini ! Non conoscevo però questo integratore ! Interessante!

Chiara Golden Wave ha detto...

Gentilissima "centrifugato di mamma", può trovare SUSTENUM VAX in farmacia ed erboristeria od eventualmente qui http://www.goldenwave.pro/index.php/shop-completo/integratori-persone/sustenum-vax-130-detail!

vero vero VeramenteVeronica.blogspot.it ha detto...

Sustenum vax. Provato e collaudato....ottima soluzione.

Chiara Golden Wave ha detto...

Siamo contenti della sua soddisfazione, il prodotto dimostra grande efficacia per i bambini, a sostegno delle loro difese immunitarie anche nei periodi di cambiamenti climatici o di stress legati alla quotidianità (ad esempio inserimenti scolastici.)

vero vero VeramenteVeronica.blogspot.it ha detto...

Io difatti All'inizio la usato soprattutto nei cambi di stagione e poi alcune amiche me l'hanno consigliato anche per i bacini e da lì ne ho cominciato l'utilizzo