Mammacheblog 2016

mercoledì 18 maggio 2016

Il mammacheblog con la bimba al seguito

Come ogni anno da quando ho il blog, non vedevo l'ora che arrivasse maggio per partecipare al Mammacheblog, un evento di Fattoremamma creato apposta per noi mamme blogger.
Quest'anno ho temuto il peggio, ho passato quasi tutta la settimana malata, con la febbre a 38.5 e temevo di non riuscire a partecipare, per fortuna però sono guarita giusto in tempo e sono riuscita ad andare ad entrambe le giornate, anche se al sabato ho dovuto portare anche la mia piccola peste (il papà lavorava e non ha potuto tenerla), pazienza ci siamo divertite lo stesso!

mammacheblog 2016


Quest'anno il Mammacheblog è stato rivoluzionato, hanno cambiato la location il TAG, molto più intima e accogliente, adatta ad ospitare un grande numero di persone, ma allo stesso modo non era per niente dispersiva, anzi, anche la zona bimbi per il sabato, era vicina (per i miei mille avanti e indietro) e comoda. Ma cosa più importante hanno cambiato in meglio la giornata di venerdì, quella dedicata ai corsi, con dei workshop pratici a gruppi, capitanati da blogger esperte, nei quali anche le blogger alle prime armi hanno potuto dire la loro. Anche gli interventi in aula dei professionisti, sono stati molto interessanti, quest'anno abbiamo affrontato temi utili un po' per tutti, dalla fotografia al futuro del blogging. La cosa che è emersa, come ogni anno, è che fare rete è la cosa più importante, da sole non si va da nessuna parte, bisogna seguirci e supportarci a vicenda. Altra cosa fondamentale è informarsi, studiare e migliorarsi sempre. Si è parlato molto anche di post sponsorizzati, la gente li vede come "il male", la "marketta" al prodotto di turno, ma sono il sostentamento dei blog. Avere un blog (sia amatoriale che professionale) ha un costo che varia, ma che è comunque elevato in fatto di tempo e denaro speso per la gestione pratica del blog. Avere un blog aggiornato costa, e in qualche modo i blogger devono rientrare delle spese e i post sponsorizzati o i banner pubblicitari servono a questo, facciamocene una ragione! Si è parlato molto anche del modo in cui è meglio segnalare questi post "in collaborazione con", ci sono varie tecniche, l'importante è non prendere in giro il lettore e segnalarli sempre (io uso l'etichetta Post sponsorizzato in fondo al post).

Anche la giornata del sabato è stata ricca di interventi interessanti, peccato che con la mia bimba, non molto collaborativa, non sono riuscita a seguire bene... ho dovuto fare avanti e indietro dalla zona bimbi, perché ad ogni disegno finito... mi faceva chiamare!

Mia figlia ed io al mammacheblog nella giornata di sabato - Copyright damammaamamma.net tutti i diritti riservati

Come al solito, le mie figuracce non sono mancate, gente che mi salutava e io che ricambiavo con una faccia poco convinta... in realtà mi stavo impegnando nel cercare di riconoscere la blogger appena vista (leggere il nome sul cartellino senza gli occhiali non è facile!)... è risaputo che ho una pessima memoria e poi faccio anche fatica a riconoscere le persone... quindi se vi ho salutato in modo strano (con la faccia da "ma chi è?"), perdonatemi! Sicuramente non vi ho riconosciute!
Ho trascorso le due giornate a chiacchierare con le blogger che conosco e a fare selfie (io di solito li odio, ma in queste occasioni, mi trasformo e divento la donna da selfie, rigorosamente di gruppo!).

Stendo un velo pietoso, su tutte le polemiche post mammacheblog, che ho letto in giro, sulla falsità di certa gente, piuttosto che di altra... io sinceramente, quando ero lì, non mi sono accorta di niente, sarà che sono tonta io, oppure troppo ingenua, può essere, ma io ho visto solo donne felici di passare del tempo insieme, ovvio che si creano dei gruppetti, ma è normale, non si può parlare con tutti allo stesso modo, ma non ci ho visto cattiveria. Per me il mammacheblog resta l'evento più atteso dell'anno, una due giorni di corsi e chiacchiere, che non fanno mai male! Un'occasione per vedere dal vivo amiche blogger che seguo ma che vivono lontano e che fino ad ora avevo visto solo in foto. E' bellissimo dare un volto ad una persona che segui da tanto virtualmente e farla diventare "reale", poi di alcune ho visto anche i bimbi meravigliosi, meglio di così?!?!

Vi lascio tutte le foto delle due giornate, abbiate pietà, non sono molto fotogenica... e non sono nemmeno una grande fotografa (si vede), quindi ho preso anche qualche foto più bella, fatta dalle altre blogger, più brave a fotografare o semplicemente col telefono più figo del mio eheh

mammacheblog 2016










7 commenti :

Mamma In Città ha detto...

Che bello averti rivista (ed essere nei tuoi selfie ;) )! A presto!

Marina damammaamamma ha detto...

Grazie Alessia :-)

mammamedico ha detto...

io ho il problema di leggere i blog e non abbinare le facce. per cui non ho riconosciuto nessuna (e mi sembrava brutto piazzare il naso sul cartellino). anche con te. ti leggo e ti ho pure vista (per il su e giù della piccola, la mia peste entusiasta non ha praticamente voluto muoversi dall'area bimbi), ma ovviamente non ho collegato. ci rifaremo l'anno prossimo

Silvietta Fanio ha detto...

Ahah! Sono tonta pure io: ero talmente presa dall'emozione di vedere dal vivo persone che fino a poche ore prima erano solo virtuali che non mi sono accorta di nulla.
In compenso mi ha fatto davvero molto piacere conoscere te e la tua bellissima bambina!

Marina damammaamamma ha detto...

Che peccato, io sabato ho praticamente guardato solo mia figlia e non mi sono accorta di un sacco di gente! Ci rifaremo l'anno prossimo :-)

Marina damammaamamma ha detto...

Ehehe fa piacere non essere l'unica "tonta" che non si accorge della gente e non la riconosce...però almeno a te ti ho riconosciuta! :-)

Lisa Fregosi ha detto...

bellissima giornata, anche con i bimbi dietro ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...