Le mamme del parchetto non capiscono

giovedì 5 maggio 2016

Non so se scrivere questo post o no... ma le mamme del parchetto non mi capiscono

E' da un po' che ho in mente di scrivere questo post, ma rimando e rimando, perché, le altre mamme, già mi vedono strana... se poi gli do anche la conferma... sono a posto!
Ma sono stufa di sentirmi criticata o diversa, solo perché non faccio come loro, non la penso come loro, io odio il parchetto!!! Ecco, l'ho detto, ODIO IL PARCHETTO!

parchetto


Ora lo sapete tutti, sono strana, non mi piace stare ore seduta al parchetto a chiacchierare del tempo, mentre guardo mia figlia che fa di tutto, non ci riesco, io appena metto piede in un parchetto, mi agito! E' più forte di me, il parchetto mi mette ansia, forse sono una mamma troppo apprensiva, ma senza forse, lo sono e basta e so di esserlo! Non ce la faccio a guardare la mia bimba che sale al contrario dallo scivolo, che salta giù dall'altalena, che si rotola per terra... ho provato ad accompagnarla più volte, ma ogni volta ero lì pronta ad urlare "Amore, no non fare così, stai attenta! Fermati, aspetta! Nooo che cadi!" Che stress! E che rompiballe che sono! Lo so! 

Per questo non sopporto quando le altre mamme mi dicono "Dopo la scuola ci vediamo al parchetto? Dai vieni, non vieni mai!" "Ma perché al parchetto viene sempre tuo marito?" Ma perché non vi fate i cavoli vostri?!??! No, non rispondo così, ogni volta mi invento una scusa... ma mi da parecchio fastidio, anche perché non si limitano a dirlo a me, ma fanno domande pure a mio marito... Si mia figlia al parchetto ci va col papà o con la nonna, che problemi ci sono? Perché le altre mamme devono fare mille domande? Perché devono sempre chiedere a mio marito "Ma Marina dov'è? Non viene mai? Cos'ha da fare?" Un giorno mio marito è tornato a casa dicendomi "Al parchetto penseranno che siamo separati, sono sempre l'unico papà presente" Ma che problemi hanno le altre? 

Da così fastidio che ogni tanto io mi prenda un paio d'ore di libertà per fare quello che mi pare? Da così fastidio che mio marito si occupi da solo della bimba ogni tanto? E' obbligatorio andare al parchetto tutti i giorni? Io con mia figlia faccio 1000 altre cose, la porto ovunque, a tutte le feste degli amichetti è sempre presente, a meno di un anno era già stata in aereo, in nave, in treno ecc per le vacanze, è sempre con me, non l'ho mai lasciata sola per più di qualche ora, però il parchetto proprio no, non lo reggo... e pensare che da piccola ci andavo sempre... ma forse è colpa di quella volta che da ragazzina mi sono cappottatta dall'altalena e sono rimasta appesa a testa in giù ... avevo circa 15 anni ero al mare... ho fatto una figura colossale... o forse sono solo una mamma strana, come mi giudicano le altre quando gli dico che al parchetto non ci vado... 
Bene, mi sono sfogata... ora ditemi che non sono l'unica ad odiare il parchetto! Io preferisco i parchi divertimento, infatti tra poco andremo a Gardaland! Ma perché le mamme del parchetto non capiscono e non si fanno gli affari loro?!?!



13 commenti :

Lisa Fregosi ha detto...

io ti capisco non amo il parchetto neppure io, ma per altri motivi. Queste mamme impiccione ma che noia!!! ;))

mammamedico ha detto...

io invece per anni lo ho amato. mi è servito per conoscere altre mamme, per confrontarmi, per vincere la timidezza, perchè si sa, un piccolino aiuta. poco è mancato che la mia secondogenita nascesse lì. ma ora, dopo ben 10 anni di frequentazione, sono stufa anche io. ma ormai è tardi. "mamma, andiamo al parco?" e guai a dire di no.

Anna Gocce di Agata ha detto...

Sono con te, anch'io odio il parchetto. O meglio il parchetto frequentato. Se ne trovo uno vuoto vado in quello! Il parco mi mette ansia perchè mi si figurano mille scenari catastrofici. Ed io ti assicuro non sono apprensiva ma immagino mia figlia che mette male un piede, che si sporge troppo, che cade dall'altalena. Poi non succede mai nulla ma neppure io ce la faccio a stare seduta a parlare sulle panchine, magari guardando da un'altra parte..
Ho un parco molto frequentato dietro casa che io snobbo per raggiungerne un altro più lontano ma decisamente più tranquillo. E poi le mamme s'impicciano e continuano a chiedermi ma perchè vai là, perchè non qui, saresti così comoda...ah, come ti capisco!

Marina damammaamamma ha detto...

Grazie Lisa, mi fa piacere non essere l'unica!

Marina damammaamamma ha detto...

Devo confessare che io in realtà sono un po' timida e non faccio amicizia facilmente...insomma sono proprio un caso disperato eh eh

Marina damammaamamma ha detto...

Che palle le mamme impiccione! :-)

Patrizia Leonardi - Wedding Events Blog ha detto...

No Marina non sei un caso disperato anch'io odio le mamme ed in generale le persone impiccione!! Non c'è bisogno di essere assidue frequentanti dei parchetti per essere buone madri, molte di queste impiccione ci vanno solo per farsi gli affari degli altri...sinceramente preferisco anch'io parchi giochi poco frequentati per stare più tranquilla e per riuscire a controllare meglio mio figlio.

Silvietta Fanio ha detto...

È dura essere mamme al pacchetto. Non solo devi morderti continuamente la lingua ed evitare di continuare a dire "attento! Non fare questo, non fare quello..." Ma devi anche sforzarti di lasciar correre e sembrare serena mentre ti immagini tuo figlio che si spappola su qualche giostrina in nome dell'autonomia.

Per non parlare dei figli maleducati di genitori altrettanto maleducati che, indisturbati, mettono a repentaglio la proprio a vita e quella degli altri bambini giocando in modo sconsiderato.
E tu stai li, inerme, senza poter intervenire.
Se dici di star fermi, sei un'impicciona, non li puoi spostare dal posto in cui sono per salvare gli altri bimbi perché i figli altrui non si toccano...

E poi... Vogliamo parlare dell'opera di convincimento per trascinare il figlio via dal pacchetto perché è ora di andare a casa?
Che stress...
Ma ci tocca...
Ci stiamo guadagnando un posto in paradiso, mi sa....

Beat ha detto...

Ahahaha tranquilla, ti capisco!! Considera che ho iniziato a scrivere un post proprio sulle mamme al parco, però diverso da questo Ahahah poi te lo farò leggere :)))
Comunque mi consoli: io sono di solito quella apprensiva, vedo tante con i 3enni come P. che corrono lontano km e km fino a che neanche li vedi più e loro che si scompongo poco! Ma forse perché ogni bambino è diverso, secondo me P. è propenso ad ammazzarsi con qualunque cosa, a rischiare, attraversare la strada...non è un bambino timoroso, insomma, mentre altri suoi coetanei giocano ma li vedo più cauti...o forse solo perché non sono i miei boh! Comunque come sempre bisognerebbe lasciar vivere, io anche quando vedo quelle più tranquille non è che le critico o altro, non è che penso che io sia meglio di loro, anzi! Per cui dovrebbero fare la stessa cosa con me/te/tutte! Devo dire che ho trovato anche alcune più apprensive di me, ma al massimo ho fatto un sorriso pensando che se vivo male io pensa loro! ;) per quanto riguarda la timidezza, anche lì ti capisco, soprattutto perché a volte ci sono gruppi di mamme già formati, che magari si conoscono per via dei primogeniti che ora sono più grandi e vanno a scuola insieme...e sono poche quelle che pensano di includerti nella conversazione, anche se tuo figlio gioca con i loro a pochi passi da voi. Non sono una propositiva, quindi amen, mi godo il sole, i pochi momenti in cui P. non rischia di ammazzarsi e le poche mamme davvero carine e cordiali (guardando bene ce ne sono...). Comunque sto facendo anche io uno sforzo a fidarmi di più delle sue capacità, anche se soffro. Capirai, mio padre mi seguiva passo passo quando mi arrampicavo da piccola sulle strutture in metallo e io un po' mi vergognavo, un po' pensavo "se mi segue così si vede che non so farlo bene..." E purtroppo è una sensazione che mi segue ancora quando, per esempio, si parla di lavoro o scelte per la famiglia: lui tende sempre a proteggermi, a cercare di evitare che faccia errori, ma spesso mi è stato utile sbattere la testa, farmi un bernoccolo e capire che "lì" è meglio che non ci salissi più :P
Comunque poi in privato ti racconto una cosa assurda che mi è successa con una vicina, che se ho capito un po' come sei fatta credo che tu mi possa capire Ahahaha
Ps: ma vai al Mammacheblog???? 💖💖

Manuki ha detto...

A me piace molto ma Ginevra è ancora piccola e non spericolata,... Poi vedremo. Comunque come al solito la gente non si fa i fatti suoi!

Enig Mamma ha detto...

Mi piacciono sempre i post-sfogo!! E che dire: io al parchetto ci sto bene perché è l'unico posto dove i miei figli "mi mollano" un attimo, altrimenti li ho sempre addosso, che mi chiedono di fare cose e non sopportano che io pensi ad altro. Al parchetto, finalmente, posso sedermi e stare con la schiena dritta e anche guardarli un po' interagire con gli altri...

In ogni caso , chi chiede perché e per come tu non ci sia, o anche che cosa tu abbia da fare, è un impiccione: fossi in te risponderei la verità, così almeno smetteranno di rompere!

PS Anche mia mamma non sopporta il parchetto...

simona gentile ha detto...

anche io la penso come te! odio stare li a parlare mentre i bimbi si ammazzano sui giochi....le altre mamme non sanno che fare...lasciale perdere....
un abbraccio simona:)

mammapiky ha detto...

Io al parchetto mi annoio!!! Se poi mi si avvicina qualcuna per parlar c'è pure il caso che scappo via!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...