Il passaggio all’ECOBIO per i vostri capelli

sabato 17 ottobre 2015

VeroBiologico spiega come fare il passaggio all’ecobio in modo semplice ed efficace, senza ripensamenti e soprattutto senza commettere errori


La maggior parte dei prodotti cosmetici in commercio che troviamo al supermercato è ricca di siliconi e petrolati. Il nostro corpo, abituato ad assimilare questi elementi per anni, può ribellarsi quando si apportano cambiamenti. 

Il passaggio all’ECOBIO per i vostri capelli


Per evitare  queste problematiche è necessario fare questo passaggio all'ecobio in modo graduale

Vediamo insieme queste fasi di transizione all’ecobio:

1.    Terminare i prodotti convenzionali che avete in casa o regalarli ma non gettare via tutto perché sarebbero un grande spreco;

2.    Escludere i siliconi e petrolati: molte marche acquistabili al supermercato hanno cambiato le formulazioni dei propri prodotti di recente e hanno eliminato i siliconi che occludono i pori della pelle favorendo la formazione di comedoni che rivestono il capello favorendo la formazione della doppie punte.
Provate questi prodotti e aspettate che i capelli e la pelle si abituino. Per individuarli rapidamente e per semplificare, tenete a mente che terminano tutti con la desinenza -one o –ane, col tempo li ricorderete a memoria;

3.    Diluire i tensioattivi - SLES e SLS: mettete in un contenitore vuoto di un vecchio bagnoschiuma terminato e quando fate la doccia riempitelo di acqua e shampoo, in questo modo i tensioattivi saranno diluiti e meno aggressivi sulla pelle. Per i primi tempi effettuate due lavaggi se vi sembra che non siano abbastanza puliti;

4.    Diluire lo shampoo ecobio: quando i capelli si saranno abituati ai tensioattivi vegetali potrete usare anche gli shampoo ecobio diluiti e passare a fare anche solo un lavaggio.

 

Dopo che i capelli hanno passato queste quattro fasi, potete iniziare a fare impacchi pre-shampoo a base di olio, yogurt e miele.

A partire dall'eliminazione di siliconi e petrolati, quindi dalla decisione di iniziare ad eliminare certe sostanze, si deve avere la cura di eliminare le stesse non solo dallo shampoo ma anche dal balsamo, maschera, lozioni termoprotettrici e prodotti da applicare sulle punte.

 
Per quanto riguarda il viso e il corpo, il passaggio è più breve: si può provare a passare direttamente ai prodotti ecobio eliminando siliconi e paraffina che spesso sono presenti insieme nei prodotti da supermercato, profumeria e farmacia.

In sostanza, perché passare all’ecobio?

·         Benefici per l’ambiente: come sapete i prodotti tradizionali contengono ingredienti dannosi per l’ambiente, pensiamo ai nostri mari e ai nostri fiumi. I prodotti naturali invece hanno un impatto ambientale minore perché sono più efficaci, se ne consuma una quantità inferiore perché, come nel caso dello shampoo, si diluisce con acqua prima dell'uso. 

 

·         Benefici per la pelle e capelli: i siliconi creano solo una patina che dà un finto aspetto sano rendendo la pelle e i capelli sempre più secchi, occludono i pori causando la formazione di comedoni, brufoli e punti neri. Anche quelle che contengono alcuni ingredienti naturali hanno comunque paraffina o dimethicone che impedisce agli attivi di penetrare. Gli shampoo tradizionali contengono tensioattivi che aggrediscono il cuoio capelluto causando forfora e desquamazione. Infine gli agenti schiumogeni aggressivi danno la falsa sensazione di lavare più a fondo.  


Quello che abbiamo voluto trasmettervi con articolo è il concetto che non è l’ecobio a darvi la bellezza, bensì la consapevolezza che scaturisce da questo percorso. Alla fine non ne gioverà solo la vostra chioma e la vostra pelle ma anche voi stesse e l'ambiente che ci circonda… raccontateci la vostra esperienza!
 
Questo post è stato scritto per me da Veronica di VeroBiologico



2 commenti :

Stefania Fortunato ha detto...

Io già da qualche mese sono passata al no-poo method per lavare i capelli. Ho eliminato shampoo e balsamo. I capelli sono più sani, se ne è accorta anche la parrucchiera. E, inoltre, è sparito anche il crespo.
Stefy

Marina damammaamamma ha detto...

Ne ho sentito parlare anche io, xo non ho anvora provati... vado per gradi! :-)
Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...