Come far sentire una mamma, una madre pessima...

venerdì 22 agosto 2014

Sfogo Time

La mia bimba - Copyright damammaamamma.net Tutti i diritti riservati

Ieri la mia piccola peste di 2 anni si è svegliata con un orecchio tutto rosso e gonfio, che mi son spaventata... il primo pensiero è stato quello di chiamare il pediatra... quel "simpaticone".... poi ho guardato l'orologio... erano già le 11.00 passate, e dal "simpaticone" per prendere appuntamento devi telefonare all'alba se no non risponde nemmeno più.... quindi ho cercato su Google cosa potesse essere.... Su internet si sa, si trova di tutto, ma sta volta, ho trovato la diagnosi giusta: puntura di insetto!
Mi sono quindi un po' tranquillizzata, dato che, la bimba, non sembrava aver particolari reazioni, a parte all'orecchio, per il resto era bella pimpante, come al solito... quindi ho deciso di aspettare il giorno dopo per prendere l'appuntamento dal pediatra.

Oggi mi sveglio alle 8.30 (dopo una notte da inferno in cui la piccola peste, non mi ha fatto dormire nemmeno un po'...) e prendo appuntamento col dottore per le 10.00 di mattina.

Senza nemmeno far colazione (si, sa, sono sempre in ritardo...) sono corsa dal pediatra e già che c'ero gli ho chiesto di farmi fare oggi il controllo dei 2 anni....

Arrivo e dopo aver constatato che l'orecchio non ha nulla di grave, è veramente solo una puntura di insetto, curabile con una pomata, il "simpaticone" comincia a fare il controllo del peso, altezza ecc.

Premetto che la mia bimba, ogni volta che lo vede, si mette a piangere... e lo fa solo con lui.... chissà come mai... è così "simpatico e gentile"..... (che odio!)

Al controllo del peso ci accorgiamo che la nana, è cresciuta veramente poco, è solo 9,800 kg per 86,5 cm a 2 anni e 4 mesi.... un po' poco.... dovrebbe essere almeno 12 kg.... e già lì mi son agitata.... poi visto che la mia cucciolina, a settembre andrà alla scuola materna come anticipataria (fino ad ora è sempre stata a casa con me), ho avuto la "brillante" idea di chiedere qualche consiglio a lui....

Già appena ho nominato la scuola, mi ha guardato male.... poi gli ho chiesto per i pidocchi, se ci fossero dei metodi preventivi (io ho la fobia dei pidocchi!) e mi ha risposto con la sua solita simpatia... consigliandomi di rasarla a zero come lui (che è pelato...)... poi gli ho chiesto se c'era qualcosa che potessi fare per prevenire i malanni da scuola, visto che fino ad ora la nana, non si è mai ammalata, ha fatto solo il raffreddore... e lui indovinate un po' cosa mi ha risposto?

"Signora, bastano 2 ore a settimana di scuola per debilitare l'organismo ed ammalarsi, sua figlia poi è già molto magra ora, con la scuola si ammalerà sicuramente e la sua crescita si rallenterà ulteriormente. Perché non la tiene ancora a casa? Non ha i nonni che la possono curare se lei deve lavorare? Se no perché non fa un altro figlio? Così sta a casa!"

Non ho parole.... ci sono rimasta di merda.... e mi son limitata a dire che mia madre me la terrebbe la mattina prima di portarla a scuola e basta... non volevo di certo spiegare a quel "simpaticone" per non dire altro... tutti i fatti miei, che purtroppo mia figlia non ha tutti i nonni e quelli che son rimasti, pensano più a farsi i cavoli loro, piuttosto che fare i nonni.... ma non mi sembrava bello dirlo .... e me ne sono andata demoralizzata.... sentendomi una madre pessima, perché mi son fatta convincere da mio marito (perché io non ero nemmeno molto convinta) a mandare la bimba a scuola a 2 anni e 5 mesi (a settembre) .... allora le mamme che mandano i bimbi al nido a 6 mesi come cavolo le tratta?!?!!?

Non ditemi di cambiare pediatra, perché dove abito io questo è uno dei più bravi e l'altra è stra piena.... per fortuna fino ad ora lo abbiamo visto pochissimo... ma temo settembre.... e ora mi sento un m...
Scusate lo sfogo, ma solo io ho un pediatra così?


23 commenti :

Paola Agostini ha detto...

Marina, come ti capisco INFINITAMENTE! Sissi ha 2 anni e mezzo e anche lei andrà a settembre come anticipataria. Anche io l'ho tenuta finora sempre con me, facendo INFINITI sacrifici per stare con lei (è stata una scelta mia, comunque) e per lavorare allo stesso tempo. Lei è cicciotella (pesa sui 13,5 kg), ma pensa che per non farla "sciupare" per questo primo anno ho deciso di farla solo stare fino a pranzo... forse sono io che soffro il distacco, certamente più di lei.... dalla pediatra vado martedì, ma anche la mia non è una gran simpaticona... anche io ho l'incubo malanni, lei finora è stata molto forte, ma io le prendo tutte e non mi immagino neanche come sia tenerla a casa costantemente malata, con anche io ammalata (me l'attaccat di sicuro), che devo anche lavorare... dica quel che dica la pediatra, io farò Oscillococcinum Boiron (per tutta la famiglia). Un abbraccio, di infinita comprensione.
Paola
www.sissiworld.net

MartaVi ha detto...

Ciao Marina, ti capisco!la mia bimba ha 2 anni e 5 mesi e anche lei a settembre andrà a scuola!Purtroppo la maggior parte dei pediatri non è daccordo ad inserire i bambini molto presto a scuola,è normale che si ammaleranno più frequentemente ma la scuola è importante ed hanno l'età giusta per andare!Fai sempre ciò che ritieni più giusto, in fondo la mamma sei tu!
Teresa

serena de giusti ha detto...

Marina....sorrido....tante sono le cose che voglio dirti....la prima: non cambiare ped se è bravo è una gran fortuna ma NON CHIEDERE consigli al ped. Il ped è fatto per curare i malanni, i consigli chiedili alle amiche. Prima regola.:-) Lavinia come sai per scelta è andata al nido a un anno. Si è ammalata, meno di altri bimbi certo, ma raffreddore e tosse ci hanno fatto compagnia in questi due anni. In compenso ha perso solo una settimana di nido. Nonostante tutto. Quindi si ammalano sì ma guariscono anche altrettanto rapidamente. Noi un po' meno ma questa è un'altra storia....ma l'asilo è importante, fa bene a loro che imparano a stare con altri bimbi e a noi per gestire il distacco. Non sentirti in colpa. Deve essere così. Non saranno sempre nostri, non staranno sempre con noi, non saranno sempre bambini. Bisogna lasciarli andare...e il ped della mutua anche a me una volta ha detto di tenere a casa la bambina un mese dal nido per farle passare la tosse. Non l'ho ascoltato. Perché tanto tornata a scuola dopo il mese l'avrebbe ripresa....Per il peso...Lavinia ogni 6 mesi rischia il controllo celiachia perché è magra e con la panciotta. Però cresce regolarmente per cui per ora l'abbiamo scampata anche se, se la panciotta non scende prima o poi lo dovrò fare. Hanno tutto il tempo del mondo per ingrassare e se non succederà tanto meglio, un problema in meno da grandi...anzi, io spero che mia figlia non debba mai conoscere la parola dieta. Mai. Quindi meglio magra che obesa a tre anni.

Coraggio, e buona scuola materna. Ce la farete!

Zaira ha detto...

Ciao Marina,
Che dire, la pediatria è più una opinione a quanto pare! Ma questi medici non dovrebbero fare i pediatri e basta??? Anche noi abbiamo un illuminato... effettivamente se i bambini sono in buona salute i dottoroni c'è li teniamo così finché dura! Posso consigliarti un prodotto fantastico che ho somministrato ala mia piccola proprio lo scorso anno per rafforzare le difese immunitarie e il fisico in generale. È fitoterapico a base naturale, costa un po ma ne vale la pena. Si tratta di Immunovit della Fitomed. Sono flacconcini molto buoni da prendere una volta al giorno. Si parte con due scatole da sospendere x 15 giorni e ripetere se necessario il mese successivo!
Buona fortuna!
Zaira

Maryclaire ha detto...

Ciao Marina, forse vado un po' contro corrente... io non sono molto d'accordo a mandare i bimbi a scuola prima del tempo: la mia piccoletta è di dicembre e quando è iniziata la scuola materna lei non aveva ancora compiuto 3 anni! Ti confesso che ho fatto parecchia fatica: confrontarsi con bambini di 5, 5 anni e mezzo a quell'età non è semplice per loro.
Comunque ognuno fa le sue scelte: sono sicura che se hai ritenuto opportuno agire così ci hai pensato bene e valutato tutti i pro e i contro. Per questo dico che il pediatra è stato proprio insensibile e scorretto: lui non è a casa con te e nemmeno ti conosce per permettersi di trattarti a quel modo. Un bel "simpaticone" davvero :-(

Marina damammaamamma ha detto...

Grazie Paola!!

Marina damammaamamma ha detto...

Infatti, a 2 anni passati non credevo mi avrebbe detto cosi... Chissa se la mandavo al nido cosa diceva...bha... Sti uomini... Non li capiro' mai!

Marina damammaamamma ha detto...

Grazie Serena, era un sacco che non andavo dal pediatra...e stupidamente credevo di potergli chiedere 2 cose.... Ma anche sta volta mi son sbagliata.. Pace... Spero di rivederlo il meno possibile!

Marina damammaamamma ha detto...

Grazie mille!!!

Marina damammaamamma ha detto...

Anche io non ero molto convinta di mandarla a scuola prima....ma se devo trovarmi un lavoro...ho poco da fare...spero di trovare un part time... E di lasciarla a scuola solo fino alle 3.30 ....speriamo!

Sara Marangoni ha detto...

Ciao Marina, la mia esperienza è di aver ma dato tutti e tre i miei figli a scuola, facendo loro far la sezione nido grandi per poi passare alla primavera e via via alla materna. L'ho fatto per necessità e x scelta, nonostante anche il mio pediatra sia sfavorevole alla prescuola. Io però sono a favore dell'ingresso in una dimensione educativa dei bimbi, anche da piccoli e devo dire che mi sono sempre trovata benissimo, soprattutto x quanto riguarda l'apprendimento di regole di convivenza e di socializzazione. In effetti la prima si è ammalata molto, la seconda meno, il terzo praticamente mai, ma credo sia una questione di anticorpi e anche di fisico. I pidocchi li hanno passati in due su tre perché dipende dal ph della cute, ma non è niente di drammatico. Cerca di stare tranquilla e se il tuo pediatra drammatizza tu cerca di non fare più domande del necessario. Ma soprattutto cerca di non sentirti in colpa è ragiona più sui benefici dell'ambiente educativo di quello che possono essere eventuali malattia. Poi magari gioca un po' di anticipo con alcuni integratori naturali. Forza e coraggio!!!! ;-)

KeVitaFarelamamma KeVyFra ha detto...

Indipendentemente dalla costituzione dei bambini (magri, cicciottelli, giusti...ecc...), mandarli all'asilo (nido o materna) non fa male a nessuno, anzi!!! Io
Ho mandato la mia bimba a 2 anni al
Nido, pur avendo la disponibilità dei nonni, e lo rifarei ancora: e' stata un'esperienza formativa importante che ancora oggi porta con sé i suoi frutti. E' vero, si è ammalata spesso ma sarebbe capitato anche alla materna, se non avesse fatto il nido. Quindi o prima o dopo anche tua figlia si ammalerà e non c'entra nulla il fatto che sia anticipataria. Nella classe di mia figlia quest'anno c'erano tanti bambini in anticipo e si sono ammalati come tutti. Un miglioramento riguardo alle malattie all'asilo si vede solo dal secondo anno in poi.
Riguardo alle difese, noi prendiamo l'Immunofluid ma ce ne sono tanti in giro naturali con l'echinacea. La pediatra mi aveva anche segnato il Biovit immunoplus, ottimo pure.
Prendilo anche tu;) ne avrai di bisogno!!! E stai tranquilla per l'asilo, e' un passaggio importante e da fare!
Un bacio
Vivy

Due volte Mamma ha detto...

Ciao marina, guarda hai tutta la mia solidarietà. Io ho una pediatra magnifica, che è la zia di mio marito, e la chiamo ogni 30 secondi praticamente. ...sono a rischio di stalking! Però lei è davvero carina con tutti, xche sa che noi mamme (come lei) siamo sempre piene di preoccupazioni e desideriamo essere rassicurate.
Credo che il compito del pediatra dovrebbe essere proprio questo:aiutarci e rassicurarci.
Ps anche Daniele a settembre andrà all'asilo, alla sezione primavera!

MammaSfigata ha detto...

Marina io cosa sono allora? Una m? Palletta è andato al nido a 1 anno esatto perchè oltre al fatto che stavo lavorando ero pure incinta!!! Che facevo? Morivo? Mia suocera malata e mia mamma a 20 km di distanza...quelli che si permettono di giudicare sono dei cialtroni vigliacchi. E poi che ti frega dell'opinione di uno così? Si ammalare è vero, tante volte, pure! Bronchiti diaree e febbre...quindi? Cosa fai la chiudi in una campana di vetro per il resto della sua vita?

Mamma al cubo ha detto...

Zero tatto, zero comprensione. Ma fatti scivolare tutto e cerca di fare le scelte che ritieni migliori. Sicuramente si ammalerá di più, ma ti capisco: l'esperienza di farla stare con gli altri bambini, la tua esigenza di lavorare e lo scarso aiuto dei nonni... come si fa a giudicare? Un grossissimo in bocca al lupo Deborah

Greisdipity ha detto...

0.o ciao, mi ha Incuriosito il tuo post di fb e l'ho seguito. Io qui in USA ne ho uno splendido, gentilissimo come tutti i professionisti che ho incontrato.. Ho già il terrore di chi mi capiterà in Italia qnd rientrerò!!! Cmq non sentirti pessima..é lui che manca di empatia e soprattutto dovrebbe evitare di impicciarsi.. Che ne sa della tua situazione famigliare? In bocca al lupo per tutto!!!
Greis

Selena Sweetlife ha detto...

certo che 'sti pediatri li hanno fabbricati tutti in serie....(e difettati tra l'altro...)

comunque il primo anno d'asilo è così....tutto quello che non si è presa prima lo prenderà all'asilo.
La mia bimba il primo anno avrà fatto in totale 3 mesi di presenza... il resto del tempo a casa con febbre, tossa e raffreddori pesanti....non faceva tempo a guarire che già si prendeva qualcos'altro!
con il bimbo invece è andata decisamente meglio, ma lui si era già preso tutto durante il suo primo anno di vita.
La pediatra mi disse che il primo figlio si ammala quando inizia l'asilo (nido o materna che sia)mentre gli altri si ammalano il primo anno di vita perchè ci sono i fratelli che gli portano a casa le malattie...
Bella prospettiva eh?

Elisabetta Brustio ha detto...

Si vede proprio che sono "medici della mutua". Anche il mio fa il "simpaticone" e ogni cosa che faccio per lui non va mai bene: dal bagnoschiuma che uso per il bimbo al tipo di pannolino...per cui, dall'ultima visita, ho deciso che non ci andrò più. Se ho urgente bisogno (febbre alta che non scende ecc.) vado direttamente al pronto soccorso pediatrico: sono stata solo per un'emergenza, ma le ho trovate gentilissime (tra l'altro, tutte donne...)altrimenti preferisco andare a pagamento da un privato che è disponibile, mi spiega tante cose senza che io debba chiedere, mi rassicura ed è simpatico (ma davvero!!!) anche con il bimbo. Non sentirti inadeguata: è lui che non sa fare il suo mestiere come dovrebbe!
Il primo anno la tua bimba si ammalerà un po'... ma come tutti! Tieni duro: è normale! Prima o poi deve fare gli anticorpi, magra o paffuta che sia!
Inoltre la socializzazione con altri bambini è importantissima, tra bimbi imparano per imitazione tante cose... è una scuola di vita!!! Un abbraccio da mamma!

KeVitaFarelamamma KeVyFra ha detto...

Inizialmente ascoltavo i pediatri come esperti che detengono la verità. Col tempo, documentandomi un po', ho compreso che anche nella pediatria, come in tutte le scienze umane, esistono orientamenti diversi e nessuna verità assoluta. Per es. so che, in altri Paesi europei, i pediatri non si preoccupano minimamente del peso come valore assoluto ma lo ritengono solo uno dei tanti indici di benessere del piccolo. Quel che voglio dirti è che quanto ci dicono gli esperti va filtrato col nostro buon senso e intuito di madri. La pediatra a inizio luglio mi disse che il mio bambino era cresciuto poco e che dovevo assolutamente dargli degli integratori alimentari. Io non l'ho ascoltata, per me il piccino stava bene. Al controllo successivo (appena 25 giorni dopo), la pediatra ha controllato il piccolo e mi ha detto con soddisfazione. "Tutto bene!".
Per il resto condivido tutto quello che ti ha già scritto la Vivy. A presto. Ketty

Mamma Orsa Curiosona Stefania ha detto...

e per fortuna che il pediatra è fra i più bravi! A volte hanno la sensibilità di un elefante! :-(

Eleonora ha detto...

Ciao! Esprimo il mio parere come educatrice di scuola di infanzia, e posso dirti che non sono molto d accordo con l inserimento anticipato dei bimbi. Non tanto per le malattie, almeno che non ci siano problemi gravi nel bambino, ma perché si ritrovano a vivere il distacco dall' ambiente familiare, a doversi gestire in autonomia, a doversi relazionare con bimbi più grandi, molto più grandi, in un ambiente e routine non consono ai 2 anni. La cosa è diversa per le scuole con sezioni primavera.
Perché non tenerla a casa ancora un anno? Perché non inserirla al nido?
Sono certa però che se avete fatto una scelta di questo tipo è perché altre scelte non vi sembravano stelle giuste... non essere in ansia per le malattie ma cerca piuttosto di essere serena. Tua figlia vivrà il distacco da te, per lei sarà una cosa nuova e lo vivrà attraverso i tuoi occhi. Se ti vedrà serena penserà che è una cosa bella e si sentirà assicurata da te. Vivila in modo positivo e tranquillo.
Ed ora ti parlo da mamma: e solo quando uscirai da scuola piangi e liberati da quel senso di colpa! E non vi preoccupare lo facciamo tutte!
Quindi se pensate di avere analizzato tutte le scelte possibili e di avere preso la decisione migliore, andate tranquilli e godetevi questo momento importante per la vostra famiglia!
Un abbraccio
Ele
mellowthings.blogspot.com
P .s. Scusa se mi sono dilungata ma come educatrice e mamma è una tematica a cui tengo molto.

Marina damammaamamma ha detto...

Anche io avrei preferito mandarla al nido, ma costa troppo, cosi proviamo con la materna e speriamo bene, anche xe io dovrei andare al lavoro....sempre se lo trovo ...di sti tempi...ma mi viene gia da piangere al pensiero di lasciarla... Son stata sempre con lei per piu di 2 anni...spero solo che andra' tutto bene! Comunque grazie a tutte x i vostri consigli e il vostro sostegno :-) grazie!

Anna Gocce di Agata ha detto...

Questa volta è stato il "simpaticone" del pediatra a farti sentire pessima, la prossima volta una vecchia zia. Hai già letto "Le madri non sbagliano mai"? Io ce l'ho sempre sul comodino e a volte basta solo il titolo per infondermi fiducia!
Un abbraccio

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...